Il Casato Di Luna

Casato Borghese della Repubblica di Firenze
 
IndiceCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Mi mancate ..!!! .. [25 Ottobre 1458]

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Vindrveraly
Admin
avatar

Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 23.06.10
Età : 26
Località : Quel posto chiamato "Casa"

MessaggioTitolo: Mi mancate ..!!! .. [25 Ottobre 1458]   Dom 05 Giu 2011, 18:43

Samy92 ha scritto:
Samantha era nella sua camera a Massa,stava finendo di preparare i pochi bagagli che si era portata da Livorno e in serata sarebbe partita per La Spezia,ma una pensiero iniziò a girarle per la testa,e quel pensiero era per i suoi famigliari.
Sapeva che erano partiti in nave da Livorno,e lei non era la per salutarli.Decise di prendere una pergamena e di scrivere una lettera a loro,anche solo per dire quanto gli mancavano.
Si sdraiò sul letto e iniziò a scrivere:

Ciao a tutti,
come state in nave?siete parititi?vi state divertendo?
uffi volevo essere li da voi anche solo per darvi un bacione,per dirvi di fare i bravi,e di tornare a casa il prima possibile..ma no invece sono partita prima di voi e ora mi trovo in questa stanza a Massa a pensarvi.
Sono pronta per partire per La Spezia,dopo tanto ho avuto i permessi Smile andrò ad Albenga a salutare vecchi amici Very Happy e ad accompagnare una persona fantastica che ho conosiuto a Pisa Trylly82 Smile
Se vi state chiedendo se sono stata brava vi rispondo:si devo ancora portare qualquno dentro il fosso ihihih ma la strada è ancora lunga Very Happy
voi fatemi sapere come state come va il viaggio e pensatemiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii Smile

Vi lascio con un mega bacione

e aspettando vostre notizie vado a giocare con Charlie ah si vero non vi ho detto chi è Smile Charlie è il cagnolino che mi ha regalato Frank *-*

vi adoro e vi voglio un mondo di beneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

fatevi sentire presto..!!..
e dopo aver riletto la lettera corse in taverna

qualquno non ha un piccione viaggiatore da darmi devo mandare una lettera a persona che sono con una nave

e una dama timida e gentile in un angoletto si alzò,si avvicinò a Samantha e le disse

ecco tenete dama questo piccione ve lo posso dare è nato da poco ma ha già tanta voglia di viaggiare

e mentre la Dama sconosciuta parlava Samantha esplose in un sorriso,e prendendo il piccione abbracciò la dama che non aveva mai visto in quei pochi giorni che era a Massa e la ringraziò.

Samantha uscì dalla taverna e accarezzando il piccolo gli legò la lettera

Piccolo vai vola per i mari e porta questa lettera alla nave Buhaiola

e sorridendo per il nome lo guardò volare lontano e quando quel piccolo piccione era solo un puntino Samantha tornò nella sua camera Smile



Kestel ha scritto:
Michele se ne stava coi gomiti appoggiati sul bordo della finestra, osservava il mare leggermente increspato, il sole era sempre più vicino alla linea dell'orizzonte. Verso est, la costa dove la città di Massa si bagnava, era avvolta in un timido grigiore autunnale. Così, sprondato nei suoi pensieri profondi e infreddoliti, non notò subito il picccolo piccione che si appollaiò nelle vicinanze delle finestra, lo vide stiracchiarsi e, attaccato ad una zampa, notò qualcosa legato.
Uscì e lo raggiunse, stringendolo delicatamente tra le mani, lo introdusse in taverna. Stirò il messaggio e lesse: era la nipote Samantha che scriveva a lui ed ai suoi compagni di viaggio.
Prese da scrivere e cominciò:

Mia adorata nipote, mi fa piacere sentirti!
Io sto molto bene, fa fresco qua in mezzo a tanta acqua ma non mi lamento! Quando incomincio a tremare, mi infilo in cambusa e mi bevo un cicchetto... tra tanto cibo, non ci siamo dimenticati il nostro vizio preferito.
Grazie per la lettera, mi ha fatto molto piacere, ti mando anche io un bacione!! Salutami i livornesi e la Famiglia!! Abbracciali da parte mia.
Noi facciamo i bravi... però anche voi!
Bongooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!
lo zio
(ah, fai a modino con Charlie!)


Piegò il foglio e lo mise alla zampa del volatile. Aprì la finestra e lo lasciò volare verso il ritorno.


Cele ha scritto:
Aurora era in cambusa, in quel momento era da sola, le altre donne stavano sotto coperta a sistemare alcune cose, mentre gli uomini erano tutti sul ponte ad osservare l'orizzonte, finalmente ci si muoveva un po'.

Il nipote Michele le aveva detto che Samantha aveva scritto una lettera per loro e si era portata in cambusa un po' di foglie, calamaio e sigilli, così poteva rispondere a lei e scrivere anche alla sua famiglia e a qualche amico a Livorno.

Si era portata con sè Evagore e c'era anche Mergozzo, perciò, potendo loro ritrovare facilmente la strada di casa, avrebbe affidato a loro le lettere. Poi avrebbe chiesto ai mercanti dei vari paesi che avrebbero visitato.

Il mare era leggermente increspato ma per fortuna Aurora non soffriva il mal di mare e per lei le cose stavano procedendo tranquillamente.

Iniziò a scrivere:


Cara Samantha,
ho letto la tua lettera e sono felice tu stia bene e che il tuo viaggio ti abbia permesso di stringere legami con persone nuove e che ti stia divertendo.

Mi raccomando però stai attenta con il giovane Frank e soprattutto non ti fermare troppo nelle varie città, a Livorno ti aspettano e ora che tua madre e tuo padre sono in viaggio dovrai ubidire a quello che ti dicono le Zie. Ascolta sempre Helena e non farla disperare.

A noi va tutto abbastanza bene, un po' di ritardo nella tabella di marcia a causa di venti avversi ma ci riprendiamo facilmente e intanto passiamo il tempo a chiaccherare e a guardare il bellissimo mare che da ogni parte ci circonda.

Ti mando un bacio enorme e un forte abbraccio.

Adesso vado a scrivere un'altra lettera per il resto della famiglia rimasto a casa.

Ti faccio di nuovo tante raccomandazioni.

Ti voglio bene,

Zia Aurora


Sigillò la missiva per Samantha e prese un altro foglio per scrivere un'altra missiva, stavolta per la nipote Helena.


Amatissima Helena,
con un po' di tristezza ti scrivo questa missiva poichè non sono riuscita a incontrarti prima della mia partenza per poterti salutare adeguatamente.

Come sai starò via per un bel po' di tempo e non avrei mai voluto andare via senza abbracciare la mia dolcissima nipote.

Il viaggio procede discretamente, i venti avversi ci hanno rallentato un po' ma piano piano riusciamo a continuare la nostra marcia e speriamo di arrivare in pochi giorni a destinazione. Non ho mai visitato casa del mio amato Conte Alstair e come potrai immaginare incontrare il suo mondo ed entrare nella sua vita mi agita un po', ma spero di trovare la forza e la grinta giusta.

A Claraluna le cose come vanno tesoro? A Livorno e nella nostra Repubblica? So che siamo in pieno periodo elettorale e quindi dovrebbe esserci parecchio movimento. Aggiornami su novità importanti, come sempre.

Tesoro, un'altra cosa, come Capo Casato Di Luna, laddove fosse richiesto il mio intervento in qualche questione importante, e questo intervento deve essere diretto e non può avvenire attraverso missiva, ti prego di fare le mie veci e le veci del nostro Casato. So che ci rappresenterai al meglio e comunque per ogni problema o consiglio di cui tu avessi bisogno non esitare a scrivermi, sarò sempre pronta ad ascoltarti tesoro.

Ti raccomando a te stessa e ti raccomando tutti i miei amati nipoti, controlla soprattutto i più piccoli. Sono particolarmente espansivi e si lanciano sulle cose senza pensare.

Che pena a starvi lontani per così tanto tempo, il mio cuore è sempre con Voi... Non passa secondo che il mio pensiero non voli fino a voi.

Scrivimi presto tesoro e fammi avere vostre notizie, saluta tanto tuo marito e anche tutta la sua famiglia. Neanche loro sono riuscita a salutare. Per fortuna ci sono le missive, scriverò anche a loro un saluto.

Ti abbraccio forte,

Tua Zia Aurora.


Sigillò anche la seconda missiva e poi prese un terzo foglio, ma stavolta ci scrisse solo poche parole.

Figlio mio,
il mio cuore è con te. Fa attenzione e non farmi stare in pena, non agire senza aver pensato alle cose almeno 10 volte, mi raccomando.

Fammi avere tue notizie, non mi dilungo molto, sai già tutto quello che voglio dirti.

Ti voglio bene,

tua madre Aurora.


Sigillò anche l'ultima e poi scrisse i destinatari su ognuna. La prima per Samantha Regina Di Luna Merisi, la seconda Helena Caterina Di Luna Della Scala, l'ultima Roberto Rocco Di Luna.

Prese le due indirizzate a Palazzo Claraluna e si diresse verso la gabietta di Evagore, la apri e fece uscire il bellissimo uccello.


Piccola mia, si torna a casa va bene? Ecco queste due missive da far arrivare a Palazzo Claraluna, tanto poi Helena leggerà e dividerà le due missive. Probabilmente prima di arrivare a Sud passeremo di nuovo a fianco del Porto di Livorno e tu potrai ritrovarmi, ma sono sicura che sei talmente intelligente che mi sapresti ritrovare anche a mille miglia di distanza. Io ti aspetto. Ora vai piccola e legò le missive per Helena e per Roberto alla zampetta dell'animale.

Uscì sul ponte della nave e fece spiccare il volo ad Evagore, poi si rivolse ad Alstair
Tesoro domani possiamo ancorare un attimo nel porto più vicino così posso scendere un attimo e affidare questa missiva per Samantha a qualche mercante in partenza? Dovrebbe essere ad Albenga lei.

Alstair diede il suo consenso, allora Aurora tornò dentro, prese la missiva per Samantha e la ripose sul suo comodino, l'indomani mattina presto l'avrebbe affidata ad un mercante.

Tornò sul ponte e stretta ad Alstair rimase ad osservare l'orizzonte lontano.


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://famigliadiluna.forumotion.com
Vindrveraly
Admin
avatar

Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 23.06.10
Età : 26
Località : Quel posto chiamato "Casa"

MessaggioTitolo: Re: Mi mancate ..!!! .. [25 Ottobre 1458]   Dom 05 Giu 2011, 18:46

Hecate ha scritto:
La brezza proveniente dal mare che in estate era così calda, in quei giorni di pieno autunno si faceva ogni mattino più fredda, e più forte.
Il panorama desolato tipico dell' inverno cominciava già a distinguersi, tra i rami spogli degli alberi, flagellati dal vento, e tra i cigolii strazianti del cordame delle navi ancorate al porto.
Le stesse navi che fino ad un paio di giorni prima erano le compagne di quella di Silvano e Francesca, ora mancante, e che in quel momento solcava i mari proteggendo nel suo forte ventre di legno gran parte della famiglia Di Luna.

Helena sospirò.
Non era passata che una manciata di ore, ma le mancavano già tutti.
Senza contare che quei pochi che erano rimasti erano ora sotto la sua tutela. Al pensiero di sua nipote Fiamma, un brivido di paura le percorse la colonna vertebrale.

"Piuttosto," si disse "Devo passare per Claraluna, a vedere se è tutto a posto."
Si diresse così con passo spedito verso la parte più meridionale del Rione della Cigna, entrando poi nell' immenso Palazzo di famiglia.
Fece il giro delle stanze, soffermandosi a parlare coi domestici per sapere le novità e se c' era bisogno di qualcosa che potesse fare.

Camminando per un corridoio, però, sentì ad un certo punto un insistente ticchettìo. Si volse alla sua destra, e notò che proveniva dalla finestra della camera della zia Aurora.
Aprì il vetro istoriato, e riconobbe subito il falco della zia, Evagore, recante con sè due lettere legate alla zampa.
"Brava Evagore!" si complimentò subito, facendo salire la soddisfatta creatura sul suo braccio sinistro "Ti meriti un premio. Vieni, andiamo in cucina, troveremo sicuramente qualche succulento pezzo di carne per te!"

Helena si diresse così nei locali adibiti alle cucine, dove le cuoche furono ben contente di regalare qualche frattaglia al falco, ormai abituate.
Lì Helena slegò le missive dalla zampa, e si accorse che mentre una era indirizzata per il cugino Roberto, l' altra era proprio per lei.
Rilegò così la missiva per il cugino alla zampetta dell' uccello, raccomandandogli: "Appena finisci, vola da Roberto, immagino bene tu sappia dove abita. Poi però torna quì, in modo che possa consegnarti la risposta." le fece segno.

Senza muoversi dalle cucine, ma anche cercando un angolino dove non potesse dare fastidio, Helena aprì la lettera, pronta con pergamena e calamaio a vergare la risposta.
Fu assalita prima dalla nostalgia, che aveva provato anche poco prima; poi sorrise, pensando alla zia emozionata per l' incontro con i conoscenti e la famiglia del suo promesso; si fece seria poi nella parte in cui la zia chiedeva novità da casa, ed anche un po' impaurita quando lesse di chiederle di fare le sue veci come Capo Casato.
Alla fine della lettera,molti sentimenti animavano la mente di Helena, ma più di tutti, ancora, dominava la nostalgia per ognuno dei suoi familiari.

Si apprestò quindi a scrivere una risposta:

Adorata zia Aurora,

la tua missiva mi ha reso felice ma triste allo stesso tempo.
Sento moltissimo anch' io la nostalgia per tutti voi, e sono altresì dispiaciuta di non avervi salutati per tempo.

Sono contenta però di sapere che procede tutto bene, venti permettendo, e che siete tutti in salute. Per molti sarà il primo viaggio in nave, ed è una fortuna che nessuno abbia riscontrato malori.

Mi ha fatto sorridere di tenerezza immaginare te agitata per la tua prossima 'incursione' nella vita del tuo amato.
Carissima zia, credo che per nessuno sia facile immergersi nel mondo della persona che si ama, si teme di essere visti come una sorta d' intruso.
Ma devo rassicurarti: queste sensazioni ho avuto la fortuna di provarle prima di te, e credimi, non c' è nulla di cui aver paura. Ti capiterà di parlare con persone inizialmente sconosciute, e di osservare il tuo amato comportarsi con loro con spontaneità, e potrebbe farti sentire un po' a disagio; ma non ci vuole nulla a ribaltare la situazione. Quelle persone diverranno a poco a poco anche la tua famiglia, e le amerai come vi foste conosciute da sempre.
Non c' è stato giorno in cui io mi sia dovuta trovare a pentirmi di avere una seconda famiglia, non solo uno. Le difficoltà, le incomprensioni passeggere, i discorsi più o meno importanti, non fanno altro che arricchire il rapporto e renderlo più profondo. I momenti passano, ma i sentimenti, quelli reali, restano, e crescono.
E sono sicura che a te capiterà la stessa cosa. Abbi fiducia nell' amore che nutri per Alstair.

A Claraluna si sente molto la vostra assenza, le stanze sono troppo silenziose.
In compenso, ci pensa la piccola Fiamma a ravvivare la situazione. Proprio ieri sera ha ricevuto il battesimo da padre Gian Galeazzo, ed ha voluto come padrino e madrina Marco e me.
La cerimonia, come puoi ben immaginare, non è stata delle più tranquille, ma ci siamo divertiti moltissimo. Hanno presenziato molti parenti di mio marito, anche perchè ho avuto l' improvvisata fortuna di fare da madrina ad Alessandra, la prima figlia del Conte Tommaso, ed ho fatto tantissimi ritratti, che vi farò avere al più presto.

Per quanto riguarda la nostra città, va ancora avanti la lotteria del pesce, ed io stessa sto organizzando un passatempo spero divertente per la notte di tutti i santi. Avrei voluto moltissimo che partecipaste anche voi, ma è un' idea che si può riprendere in qualsiasi occasione, perciò quando tornerete tenetevi pronti!
A livello repubblicano, come sai, io non sono proprio un' esperta, però sì: c' è già abbastanza movimento. I partiti hanno già presentato i loro programmi, e finora la piazza non sembra essersi scaldata più del consueto.
Ti farò avere notizie più precise quando anche io le capterò.

Però ora mi spaventi con questo discorso del vice Capo Casato. Lo sai, zia, che non ho un buon rapporto con le responsabilità, anche se sono onorata che tu riponga una così grande fiducia in me.
Però, per il bene della famiglia, ti prometto che farò tutto quanto è in mia possibilità per garantire la tranquillità ai Di Luna.
Sempre dovesse presentarsi l' occasione, cosa in cui non spero, onestamente.

Mi raccomando, scrivete ancora. Anche per noi è una sofferenza starvi lontano, soprattutto sapendo che tu ed Alstair protrarrete la vostra assenza per così a lungo. Neppure i miei pensieri vi abbandonano mai, e vi accompagnano in tutte le avventure che affronterete.

Saluta con affetto tutti quanti. Francesca, Silvano, Alessandra e Andre, Michele, ed Al ovviamente.
Dì loro che io, Marco, e quella piccola peste di Fiamma li pensiamo sempre.
Nel frattempo, mio marito ricambia il saluto, di cui tralascio un aggettivo che non farai fatica ad indovinare..

Con tutto il mio affetto
e quello delle persone che vi vogliono bene,

Helena


Tempo di finire di scrivere l' ultima parola, ed Evagore era già tornata a Claraluna.
Portava legata alla zampetta ancora una lettera, ma Helena non fece fatica a comprendere che si trattava stavolta della risposta di suo cugino Roberto.
Così non esitò ad aggiungere anche la sua. Dopodichè, diede lo slancio all' agile falco che dispiegò le sue ali al cielo attraversando fulminea l' aria.

I pensieri di Helena volarono sulle sue piume, con lei.



Aridaje ha scritto:
La dolcissima ( -.-) Ary, invece, da quando mezza famiglia se n'era andata da Livorno lasciandola in balia di molti pretendenti ( praticamnte nessuno), se la spassava alla grande, feste tutte le sere in casa e birra a volontà!!
Certo, pure a lei mancavano tanto, ma... beveva per dimenticare... bevo... e sono felice .


Samy92 ha scritto:
Samantha era nella taverna di Chiavari beveva e rideva.
Aveva avuto notizie dalla nave e il primo pensiero alla mattina era per tutti loro.
Ma poi Samantha iniziò a pensare a Livorno,a quando sarebbe tornata e decise di mandare una lettere a Claraluna

Ciao famiglia
sono a Chiavari,ho rivisto gli zii e sono contentissima.
Ma voi come state??so che c'è Calaraluna quasi vuota Sad non vedo l'ora di tornare a casa per tornare a fare un po di confusione Very Happy Very Happy

ah e vi devo far conoscere una persona *-*
non preoccupatevi..nulla di grave.. Very Happy

ora vi saluto che approfitto di un po di sole per andare a fare un giro al mercato Very Happy

Vi mando tantissimi bacioniiiiiiiiiiii

ps Ari siccome conoscendoti so che stai bevendo..non bere troppo..e appena so il girono giusto del mio arrivo te lo faccio sapere che a Claraluna ci sarà festaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.. Very Happy Very Happy

VI VOGLIO BENE


e dopo averla riletta la sigillo e andò a cercare qualche mercante diretto la..che molto gentilmente portava a Claraluna la lettera


Hecate ha scritto:
Helena era appena rientrata a Claraluna per rimettere al suo posto originale un libro di ricette per i suoi - fallimentari - esperimenti, quando vide un uomo aggirarsi davanti ai cancelli del palazzo.

Presa il sopravvento la sua parte più legata al lavoro di VP, Helena gli si avvicinò cautamente, senza farsi notare, e sorprendendolo alle spalle e puntandogli contro il suo bastone MenaMani, gli intimò: "Fermo lì! Che intendevate fare, che ci fate quì?"
Il poveretto fece un salto tanto, e spiegò agitato che era stato incaricato da Dama Samantha Regina Di Luna Merisi di recapitare una lettera a Palazzo Claraluna, a Livorno.
"La mia nipotina!" esclamò felice Helena, e subito - messo via MenaMani - invitò gentilmente il terrorizzato messere ad entrare e rifocillarsi.

Seduta sul divanetto del salotto, Helena aprì la missiva.
Lesse lieta che Samantha aveva mantenuto i rapporti con Jack ed Horione, e li aveva rivisti con gioia. Una piccola parte di sè la invidiò.
Invece, alla lettura di quel "non preoccupatevi" sotto ad una frase, Helena cominciò proprio a preoccuparsi: si sa che quando un figlio o un nipote dice di non preoccuparsi, è il momento giusto invece per farlo..
Il post scriptum per Fiamma invece non poteva essere più azzeccato!

Presa carta ed inchiostro, Helena non tardò a vergare una risposta:

Carissima Samantha,

sono felice di saperti così spensierata.
Gli utlimi tempi, per te, non sono stati affatto facili, e sono ancora dispiaciuta di non esserti potuta essere di maggior aiuto e comprensione.
Questo viaggio era proprio ciò che ti ci voleva, e ti sento molto più tranquilla, ora.

Sono contenta di sapere che hai rivisto gli zii, mi auguro che si trovino bene, e che la loro nuova vita a Chiavari corrisponda esattamente a ciò che desideravano per loro stessi. Significherebbe che il corso degli eventi è valso la pena.

Ma con questa nuova persona da farci conoscere mi incuriosci molto!
Non vuoi anticipare nulla ai tuoi zii adorati??
D' accordo.. Zittiamo la zia ansiosa che è in me.
Piuttosto, chiunque sia questa persona, vedi di portarla in fretta da noi, così da fargli assaggiare tutto il nostro.. affetto!

Farò girare la tua lettera tra tutti quelli che sono rimasti con me a Livorno, così anche Fiamma potrà leggere e preparare in segreto insieme a te il vostro ritorno!!

Un abbraccio, cara nipotina mia, ed un saluto a Frank.
Ti volgio bene.

zia Helena


Consegnò la lettera al messere che intanto stava facendo scorta nelle cucine, e gli disse di riconsegnarla a Dama Samantha Regina Di Luna Merisi.
Poi prese la lettera che avevano ricevuto e cercò il primo parente a disposizione per fargliela leggere. Divertita, pensò a come se la sarebbero passata di mano in mano.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://famigliadiluna.forumotion.com
Vindrveraly
Admin
avatar

Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 23.06.10
Età : 26
Località : Quel posto chiamato "Casa"

MessaggioTitolo: Re: Mi mancate ..!!! .. [25 Ottobre 1458]   Dom 05 Giu 2011, 18:47

Samy92 ha scritto:
Samantha si stava divertendo ad Albenga..aveva conosciuto persone fantastiche..e si divertiva ogni sera..con una birra davanti e quanche risata..

quando una sera entro un messo

sapete dirmi dov'è Dama Samantha Di Luna

e guardandolo stupita..Samantha si alzò e si diresse vicino al messo

sono io..

c'è una lettera per voi da Livorno


appena Samantha sentì nominare Livorno gli occhi si illuminarono

oh si datemi pure..e tenete un po di ducati..

e sorridendogli andò in un angolino a leggere

ma prima di iniziare si girò di nuovo e gli disse

e non muoverti che devi tornare di corsa a Livorno..

e gli occhi di Samantha tornaro sulla lettera

Carissima Samantha,

sono felice di saperti così spensierata.
Gli utlimi tempi, per te, non sono stati affatto facili, e sono ancora dispiaciuta di non esserti potuta essere di maggior aiuto e comprensione.
Questo viaggio era proprio ciò che ti ci voleva, e ti sento molto più tranquilla, ora.

Sono contenta di sapere che hai rivisto gli zii, mi auguro che si trovino bene, e che la loro nuova vita a Chiavari corrisponda esattamente a ciò che desideravano per loro stessi. Significherebbe che il corso degli eventi è valso la pena.

Ma con questa nuova persona da farci conoscere mi incuriosci molto!
Non vuoi anticipare nulla ai tuoi zii adorati??
D' accordo.. Zittiamo la zia ansiosa che è in me.
Piuttosto, chiunque sia questa persona, vedi di portarla in fretta da noi, così da fargli assaggiare tutto il nostro.. affetto!

Farò girare la tua lettera tra tutti quelli che sono rimasti con me a Livorno, così anche Fiamma potrà leggere e preparare in segreto insieme a te il vostro ritorno!!

Un abbraccio, cara nipotina mia, ed un saluto a Frank.
Ti volgio bene.

zia Helena

e prendendo una pergamena iniziò a rispondere

ciao zia,
sono arrivata ad Albenga..qui ci sono persone fantastiche..mi dispiace che molti di voi non ci siano..
si questo viaggio mi serviva..ma non preoccuparti se non "mi sei stata d'aiuto" perchè non è cosi...e lo sai benissimo zia..

si gli zii sono felici..anche se il dispiacere di non averli più con noi a Livorno è tanta...ma loro vogliono cosi..e sanno che noi li aspettiamo in qualsiasi momento!!

per la persona da farvi conoscere..mmm..vi do un indizio...è coccoloso..e mangierà anche il cibo che cucini tu zia..

ma li a Livorno come va??a Claraluna??

c'è Frank che vuole tornare..dice che mi lascia qui...gli manca Livorno..ma non possiamo..stanno arrivando nonna Pam...nonno Raf...zio Nitro..e non so chi altro ancora qui...e cosi li aspettiamo..e se riesco poi porto tutti a Livorno..

un bacione grandissimo zia..saluta tutti li..
ti voglio un mondo di bene
Samy


le diede una letta veloce..la chiuse..e si avviò verso il messo

ecco vai torna a Livorno..a Claraluna...

e vedendolo correre via..tornò a ridere e scherzare davanti alla birra


Hecate ha scritto:
La lettera di Samantha non tardò ad arrivare a Claraluna, consegnata dallo stesso messere della precedente, che piegato in due ed ansante davanti ai cancelli, porse tremebondo la lettera ad Helena prima di svenire lungo al suolo.

Dopo aver esclamato: "Eeh, tutta questa scena per un paio di città di distanza!.." Helena sorrise e fece accorrere dei domestici che si occuparono di trasportare il comatoso su di una barella dentro al palazzo.

Anche se faceva freddo, ormai, Helena non volle rientrare, ma preferì leggere la lettera della nipote nel giardino del palazzo di famiglia, circondata dai colori autunnali che amava tanto.

Lesse di come Samantha fosse arrivata fin su ad Albenga, dove si era trovata molto bene, nonostante le mancassero tutti. E fu ancora più felice per il fatto che fosse riuscita a starle accanto anche quando non lo credeva sufficientemente.
Però rimase perplessa sugli indizi rivelateli dalla nipote riguardo questa nuova futura conoscenza..
"Se mangerà anche quello che cucino io," pensava meravigliata "sarà di sicuro un santo, un qualche tipo di martire! ...O una persona che ha perso totalmente il senso del gusto!.." poi ebbe un' illuminazione: "Ma certo! Dev' essere un cagnolino!" pensò divertita.
Vide poi contenta che la nipotina stava per incontrarsi con i bisnonni ed il prozio, e sperò tantissimo che sarebbe riuscita a convincerli a passare a Livorno.

Presi inchiostro e pergamena, cominciò a scrivere la risposta:

Mia piccola Samantha,

Sono molto contenta che il tuo viaggio ti porti a fare nuove entusiasmanti conoscenze! Pensa a goderti questa esperienza, magari il prossimo viaggio lo faremo tutti quanti assieme, perciò non preoccuparti di nulla!

Non sai quanto mi fa piacere che sai che ho cercato di esserti vicina, e che ci sia riuscita!

Se tornando indietro, reincontri gli zii, salutali tanto anche da parte mia. Quel periodo in cui si stava tutti assieme con l' unico scopo di stare insieme manca moltissimo anche a me; per questo sono sicura che non torneranno mai indietro nella loro decisione, e d' altra parte, se è questo a renderli spensierati, non posso che essere contenta per loro.
Devo anche ammettere che dispero torneranno anche solo per farci visita. Non per il momento, almeno. Molte cose sono ancora troppo vive nella memoria sia loro che nostra, ed è giusto che ognuno trovi la propria serenità, prima di ributtarsi a capofitto nei ricordi, belli e brutti.

La tua nuova conoscenza, devo ammettere, mi ha messo in crisi per diversi minuti, durante i quali ho cercato d' immaginarne l' identità.
Ma alla fine credo di averla scoperta: si tratta di un cagnolino, vero? Nessun altro potrebbe essere coccoloso ed al contempo così coraggioso da voler assagiare i miei piatti!

A Livorno le giornate si susseguono con particolare tranquillità.
L' unica novità è che tra poco ci saranno di nuovo le elezioni, e credo che si stia preparando una bella battaglia, poichè Alice intende ricandidarsi, mentre tuo fratello Giovanni ha intenzione di buttarsi nell' esperienza per la prima volta!
Sono molto curiosa di leggere i programmi di entrambi!

Cara nipotina mia, se riesci a portarmi giù nonno, nonna, e Nitro (che non ho mai incontrato di persona), ti prometto di lasciare entrare Frank nel giardino di Claraluna... Però solo nel giardino, ecco!
Scherzi a parte.. Sono felice che passarai delle giornate con loro, vedrai, starai benissimo! E mi farebbe veramente tantissimo piacere se riuscissero a scendere da noi! Mi raccomando, convincili!

Un grande bacio
e saluta Frank, nonna, nonno e Nitro, se sono già lì
ti voglio bene nipotina mia

zia Helena


Lasciata asciugare la pergamena, Helena trovò il redivivo messaggero intento a riempirsi lo stomaco. Ridendo lievemente, disse: "Bene, vedo che vi siete ripreso! Quando avete finito, portate indietro questa." e gli porse la missiva appena terminata.

Per un attimo, Helena fu sicura di aver intravisto sul viso del pover' uomo un' espressione terrorizzata.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://famigliadiluna.forumotion.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Mi mancate ..!!! .. [25 Ottobre 1458]   

Torna in alto Andare in basso
 
Mi mancate ..!!! .. [25 Ottobre 1458]
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Borsa scambio del fumetto a bologna domenica 13 ottobre
» [VENDO] Fumetto albo I grandi classici disney Ottobre 1992

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Casato Di Luna :: Sale aperte agli Ospiti :: Il Giardino di ClaraLuna-
Vai verso: